Pannello solare termico: circolazione naturale o forzata?

Giu 10, 2022 | Pannello Solare, Domande Frequenti

I pannelli solari presentano una differenza fondamentale nella tipologia di circolazione utilizzata: a seconda che il liquido termovettore venga spinto all’interno dell’impianto termico da leggi fisiche naturali o da una pompa elettrica, si parlerà di circolazione naturale o di circolazione forzata.

Il pannello solare termico a circolazione naturale ha il boiler posizionato al di sopra del pannello: il fluido termovettore presente nelle tubazioni al di sotto del pannello si riscalderà dilatandosi e diminuendo di densità e, per il principio di Archimede, verrà spinto verso l’alto fino ad arrivare al serbatoio dove cederà calore all’acqua da riscaldare.

Nel pannello solare termico a circolazione forzata la posizione del boiler non è vincolata, è però necessario l’utilizzo di una pompa che trasporti il liquido dal pannello allo scambiatore: all’interno del pannello è presente un termosensore in grado di rilevare la temperatura del liquido e azionare la pompa solo nel caso di raggiungimento di una determinata temperatura: la pompa spingerà il fluido verso il serbatoio dove avverrà lo scambio di calore.

Quindi, circolazione naturale o forzata? La scelta dipende dalle nostre possibilità e dalle nostre esigenze: non avendo problemi di posizionamento del boiler sopra il pannello solare potremmo optare per la circolazione naturale, in caso di impianto solare combinato con pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria dovremmo scegliere un impianto a circolazione forzata.

Articoli correlati